4 Consigli Pratici per creare Titoli Irresistibili per i tuoi Articoli!

Pubblicato il Pubblicato in Blogging Business, Content Marketing

4 consigli pratici per creare titoli irresistibili

Può sembrare una banalità, ma il titolo dell’articolo, e di qualsiasi altro contenuto, è la calamita che fa decidere o meno un lettore se aprirlo e investire del tempo nel leggerlo. Che decidiate di condividere il vostro articolo nei social o che semplicemente si sia posizionato sui motori di ricerca, il titolo resta un’ ottimo indicatore di quello che si può trovare cliccandoci sopra!

Il titolo in fin dei conti ha una funzione semplice, ma fondamentale:

Attirare l’attenzione del potenziale lettore!

In un mondo sempre più in preda alle distrazioni abbiamo difficoltà ad ottenere, anche per pochi minuti (se non secondi), l’attenzione delle persone. Questo naturalmente non è per mancanza d’interesse o per chi sa quale motivo, ma molto semplicemente perché la gente ha meno tempo a disposizione, è bombardata ogni giorno da pubblicità interruttiva e vuole, giustamente, un valido motivo per avere la sua attenzione.

Non a caso ritengo che l’inbound Marketing possa realmente essere la soluzione, perchè sposta l’attenzione dall’azienda al consumatore, in pratica non si comunica più per noi, ma per loro, ed è per questo che è così efficace.

Ma questo è un altro argomento che avrò modo di affrontare, torniamo all’articolo di oggi 🙂

La domanda è:

Come facciamo a creare un titolo per il nostro articolo che funziona? Ecco 4 consigli pratici che puoi utilizzare da subito:

1 – Come fare…

Questo è uno stile di titolo molto conosciuto, ed avvolte anche abusato, ma visto il successo che ha ancora oggi, non potevo non citarlo. Ecco 3 semplici esempi:

– Come fare un’ottima presentazione

– Come superare una delusione d’amore

– Come non farsi bocciare a scuola

Un titolo del genere mette il lettore nella condizione di avere chiaro cosa troverà cliccandoci sopra, visto la sua semplicità e chiarezza!

2 – Numero di (modi/idee/scorciatoie) per…

Questo è un titolo che definisce con precisione il numero di (modi/idee/scorciatoie) per ottenere un determinato risultato. Ecco alcuni esempi:

– 3 modi per fare una pizza napoletana

– 21 Idee di centro tavola che puoi utilizzare per il tuo Matrimonio

– 7 Scorciatoie per imparare l’inglese velocemente

Questi sono esempi di titoli che mettono il lettore nell’idea di trovare indicazioni pratiche, chiare e sintetiche su quello che può ottenere cliccandoci.

3 – Intervallo di tempo

Creare un titolo che permetta subito di comprendere come il tuo contenuto possa permettere di ottenere un risultato specifico, in un tempo ben definito, ti permette di attrarre persone che vogliono sapere indicativamente cosa otterranno leggendo il tuo contenuto e in quanto tempo. Ecco gli esempi 🙂

– Idee di dolci da preparare in meno di 13 minuti

– Come vendere la tua automobile in 1 mese

– 6 modi per leggere un libro in 1 giorno

Come puoi intuire questi titoli sono molto efficaci perchè mi dicono con chiarezza cosa otterrò e dopo quanto tempo.

4 – Nomi e News

Un modo semplice per rendere i propri contenuti virali potrebbe essere quello di utilizzare a nostro vantaggio un trend del momento creando un articolo ad hoc per quell’occasione. Naturalmente la notizia, o il Vip in questione, è bene che siano correlate con il nostro settore cosi da non rischiare di andare fuori argomento!

Cavalcare un determinato Trend non solo ti farà creare un titolo ed un contenuto irresistibile, ma ti farà aumentare, anche se per poco tempo, la visibilità della tua attività.

Questi sono solo semplici esempi di come delle piccole accortezze possono rendere i titoli dei nostri contenuti più accattivanti e cliccabili. Per come la vedo io il titolo del nostro articolo è una forma di promessa che facciamo al nostro lettore e quindi ciò che veramente conta è poi mantenerla.

Molte volte mi capita di vedere titoli interessanti che stimolano l’approfondimento, ma quando accedi all’articolo ciò che ti rimane è veramente poco, in pratica l’aspettativa che è stata creata è maggiore rispetto al contenuto effettivo che viene offerto.

Questo per dire che è importante non farsi prendere la mano e non promettere cose che poi non possiamo mantenere, ma piuttosto è meglio creare titoli più semplici e coerenti con il contenuto che viene dato.

Gli esempi esposti possono essere utilizzati non soltanto per i titoli degli articoli, ma in generale per tutte le forme di contenuti, che sia un Video, un Ebook o un Podcast questi consigli possono esserti più che utili. 🙂

Condividi nel tuo social preferito!

Può Interessarti Anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *