Inbound Marketing: da Visitatore a Cliente!

Pubblicato il Pubblicato in Blogging Business, Content Marketing, Digital Marketing

Inbound Marketing

Con la diffusione sempre più massiccia del web gli imprenditori hanno acquisito più consapevolezza dell’importanza di esserci e di attuare strategie di inbound marketing, con l’obiettivo di attrarre nuovi visitatori verso le proprie pagine web,convertirli in clienti e fidelizzarli.

Abbiamo visto nel dettaglio il processo dell’inbound marketing in questo articolo, l’obiettivo di oggi è quello di metterti a disposizione alcuni consigli pratici per attrarre nuovi visitatori, acquisire i loro contatti e convertirli in clienti.

La prima fase del processo dell’inbound marketing è quella di iniziare a creare dei contenuti di notevole valore al fine di attrarre a noi veri e propri sconosciuti e farli diventare visitatori del nostro sito web.

Come avrai sentito dire più volte nel web, The content is king, ovvero il contenuto è Re. Questa è un’affermazione più che vera e se ci pensiamo bene lo stesso web è contenuto. Iniziare a creare dei contenuti di estremo valore può essere una vera e propria impresa, dove è molto facile commettere degli errori.

A differenza di quello che molti dicono la cosa che è bene che comprendi da subito è che non devi diventare bravo a fare ogni forma di contenuto, ma veramente forte in una o poco più. Se inizi per la prima volta a creare contenuti online è normale che è bene che sperimenti, inizi a testare le varie modalità di contenuto per capire dove sei più portato, dove puoi ottenere maggiori risultati e qual è il contenuto preferito dal tuo pubblico.

Fatto questo sarai in grado di comprendere la forma di contenuto che decidi di creare, e che calza a pennello sia a te che ai tuoi potenziali clienti.

I contenuti realizzabili possono essere di svariato tipo: Articoli, video, podcast, immagini, Tool, ebook, slide ecc.

Per quanto riguarda invece gli strumenti dove diffondere i tuoi contenuti possono essere:

  • Blog: Ottimo per intercettare visitatori mirati e fornire contenuti educativi o informativi su temi di loro interesse.
  • Social Media: sono strumenti sempre più utilizzati dai tuoi potenziali clienti, per questo è fondamentale essere presenti in quelli giusti, ovvero più adatti alla nostra attività, e comunicare costantemente con loro.
  • Altre piattaforme: “Il portale” che decidi di utilizzare per la diffusione dei tuoi contenuti va in base al tipo di contenuto che vuoi realizzare. Se per esempio condividi delle Slide potresti caricarle su SlideShare, un Video su Youtube e Facebook, un Immagine su Facebook,Instagram e Pintarest, e un articolo nel Blog.

Come puoi vedere in questa fase dell’ inbound marketing lo strumento più giusto per noi cambia in base al tipo di contenuto che vogliamo realizzare. Questo è un fattore a cui prestare molta attenzione!

Una volta che abbiamo ottenuto dei click verso le nostre pagine il passo successivo è quello di raccogliere i contatti dei nostri visitatori, facendoli diventare prima Lead e poi clienti. Il dato più richiesto online è senza alcun dubbio l’email: Ma visto lo Spam che c’è oggi giorno perché una persona dovrebbe fornirti la sua Email?

Questa è una di quelle domande che è fondamentale chiederci prima di proseguire nel processo di inbound marketing. Il tuo visitatore decide di lasciarti la sua email fondamentalmente per due motivi:

1 – Offri sempre contenuti che gli risultano utili e quindi vuole rimanere aggiornato su quello che realizzi.

2 – Gli offri quello che viene definito un “magnete”, ovvero un contenuto di massima qualità che gli doni in cambio di questo dato ormai cosi prezioso. Questo può essere un ebook, una serie di video, uno webinar che avevi realizzato un po di tempo fa, un podcast, o comunque il contenuto che desideri purché sia di massimo valore!

Per raccogliere nominativi puoi utilizzare uno dei diversi servizi presenti online, come aweber, getresponce, mailchimp ecc. Tutti ottimi strumenti per programmare le tue email, inviare comunicazioni e creare un contatto diretto con i tuoi potenziali clienti.

Arrivati a questo punto del processo di Inbound Marketing ti starai chiedendo: Come faccio a convertire questi contatti in clienti? Qui ci sono diverse scuole di pensiero, ciò che consiglio di fare io è continuare con la diffusione di contenuti utili, non importa se è tramite email, blog o social, ciò di cui sono certo è che il contenuto di valore paga sempre.

Con i tuoi contatti puoi condividere offerte speciali, lanci di prodotti e quello che vuoi, ma la cosa da fare attenzione è che sia una minima parte delle tue comunicazioni. La logica che utilizzo personalmente è 90% contenuto formativo/informativo e 10% contenuto promozionale. Naturalmente questo non è una percentuale adatta per tutti e varia dal proprio settore, dal proprio pubblico e da come questo risponde alle tue comunicazioni.

La maggior parte delle persone bruciano il lavoro fatto in precedenza in questa fase del processo di inbound marketing iniziando a promuovere in continuazione i propri prodotti e/o servizi, portandoli a perdere contatti e potenziali clienti. Non fare questo errore perché il prezzo da pagare è troppo alto!

Puoi ripetere questo processo ogni volta che vuoi, in tutte le attività che desideri, ciò che conta è che hai ben chiaro che il contenuto è la benzina di tutto il nostro “marchingegno”, senza questo non è possibile attivare il tutto con successo.

Grazie di aver letto fino a qui questo articolo e ricorda:

“The Content is King! Tutto il resto è distrazione!” 😉

Condividi nel tuo social preferito!

Può Interessarti Anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *